La FIMP alla ricerca del nuovo Presidente: sfiduciato Alessandro Ballestrazzi

La FIMP alla ricerca del nuovo Presidente: sfiduciato Alessandro Ballestrazzi

Decadenza di tutte le cariche elettive per l’ex numero uno della Federazione Italiana Medici Pediatri

 

Roma, 19 novembre 2013 Alessandro Ballestrazzi non è più il Presidente della FIMP (Federazione Italiana Medici Pediatri). Lo hanno deciso lo scorso 15 novembre tutti gli otto membri della Segreteria Nazionale, eletti nello scorso mese di aprile, che nel corso di una riunione tenutasi a Roma hanno firmato le dimissioni con la dichiarazione di sfiducia.

La crisi politica si è verificata a causa di una presa di coscienza dell’operato di Ballestrazzi che – si legge in una nota – non ha rispettato il programma politico con il quale era stato eletto, impedendo la messa in atto di quel processo di trasparenza e rinnovamento del sindacato da tutti auspicato.

In base allo statuto della FIMP, la dimissione in blocco di tutta la segreteria nazionale, che nell’occasione ha riconfermato compattezza e unità d’intenti, ha comportato la decadenza di tutte le cariche elettive, compreso il Presidente.

Il giorno seguente il Consiglio Nazionale della Federazione Italiana Medici Pediatri ha preso atto della situazione e, attraverso una mozione firmata da 68 segretari provinciali su 81 presenti, ha stabilito che entro 60 giorni dovrà tenersi il Congresso Straordinario Elettivo: in questo modo la FIMP e la Pediatria di Famiglia italiana potranno avere un nuovo Presidente che guidi il sindacato in coerenza con i principi di correttezza, trasparenza ed attui finalmente il necessario rinnovamento.