La Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS) ha una lunga e gloriosa tradizione.
Se si vuole, come è d’uso, ricollegarla alla Fondazione di Nipiologia, ha ormai raggiunto un secolo di vita. Come associazione scientifica indipendente ha una storia un po’ più breve, circa 60 anni, che si ricollega a quella della Società Italiana di Pediatria.
Ha, comunque, sempre presentato una sua specifica particolare peculiarità, quella cioè di costituire l’anello di collegamento tra la casa madre SIP e le società di settore ad essa collegate.
 
Sempre primeggiando nel panorama scientifico nazionale della branca  si è sempre inserita con autorità nell’attenzione alle problematiche di prevenzione, in senso lato, dell’età evolutiva.

Nel suo nuovo corso, iniziato nel 2004, ha inteso ristrutturarsi profondamente volendosi adeguare ai nuovi e più complessi bisogni che, in generale, hanno investito la società civile e, di conseguenza alle tipologie, alle modalità, alle particolarità che un moderno approccio alle condizioni cliniche e sociali dell’infanzia vengono richieste in una moderna medicina.

Più in particolare, la SIPPS intende prendersi l’impegno di approfondire specifiche particolari tematiche sanitarie che raccolgano essenzialmente quelli che universalmente vengono riconosciuti quali fabbisogni primari dei bambini e delle famiglie del 21° secolo.
 
I noti 13 punti programmatici del nuovo corso rappresentano proprio l’essenziale dei bisogni e delle richieste che giungono dagli addetti ai lavori, i pediatri ed i loro collaboratori, ma soprattutto dagli utenti, le famiglie con i loro figli. 
 
Il bisogno di formazione continua, di programmazione degli interventi, l’attenzione alle problematiche sociali, l’oculato controllo delle fonti e degli investimenti, la flessibilità operativa, la cooperazione delle diverse figure istituzionali non devono più, al giorno d’oggi, costituire una mera utopia d’ideali ma, calate nei diversi contesti socio-sanitari, devono costituire gli obiettivi primari ed indifferibili di una vera, attenta, intelligente società scientifica.

E’ su questi presupposti che la SIPPS, con il suo nuovo orientamento direttivo, vuole operare cercando di identificare e rendere operativi i collegamenti tra le novità che provengono dagli studi e dalle ricerche con i reali bisogni di una società i cui bambini rappresentano un patrimonio unico ed insostituibile su cui occorre investire, impegnare, realizzare nei tempi e nei modi necessari.

Pertanto la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale ha bisogno di te per rendere ancora più efficaci i propri interventi.

Iscriviti anche tu alla SIPPS  per rivestire un ruolo da attore protagonista nello scenario scientifico e culturale italiano e internazionale.

 

Con stima e affetto
Giuseppe Di Mauro